Gli arancini di riso sono di palle di riso fritte oppure avvolte da uno strato di pasta sfoglia e definite “al forno”, di diametro di circa 8-10 cm, farciti con ragù, oppure con composti di salsa di pomodoro, mozzarella, piselli o altro a piacere. Il nome deriva dalla forma tipica, che ricorda quella dell’arancia.
L’arancino (anche se il vero nome è arancina per via della forma e del colore che assume una volta pronta) è un prodotto di rosticceria tipico di Messina e Palermo, ma lo si trova buono e come la tradizione vuole in tutta la Sicilia. Di facile preparazione ma di straordinario gusto è un buonissimo antipasto che farà bella figura sulle vostre tavole, vediamo quindi come preparare gli arancini di riso:
Ingredienti: 500 grammi di riso, 200 grammi di carne di vitello tritata, 100 grammi di carne di pollo, 50 grammi di parmigiano grattugiato, 2 uova, cipolla, salvia, pane grattugiato, farina, brodo, strutto o olio, noce di burro, sale.

Procedimento: Lavate ed affettate la carne di pollo. In seguito in una casseruola mettete il burro, una piccola cipolla tritata e aggiungete una foglia di salvia. Aggiungete poi la carne di vitello e di pollo e quando sono insaporite per bene metteteci il sale. Lasciate poi cuocere a fuoco lento per quindici minuti ed intanto preparate il riso in un litro di brodo salato, in modo che assorba completamente l’acqua. Versate il riso una volta cotto in una terrina e dopo averlo mescolato e aggiunto il formaggio e le due uova, lasciate che diventi tiepido.
Usando poi le mani, dato che sono uno strumento efficace e rapido, prendete un pugno di riso, fate una piccola concavità al centro e aggiungete un po’ di sugo di carne che avete preparato poc’anzi.
Coprite il tutto con un’altra cucchiaiata di riso e premendo tra i palmi, date al composto la forma di una piccola arancia, da cui questo piatto prelibato prenderà il nome. Continuate a fare così fino alla fine del riso: passate gli arancini dapprima nella farina, poi nell’uovo battuto salato, ed infine nel pane grattato. Friggeteli quindi in abbondante olio ben caldo. Come ultima operazione scolateli su della carta assorbente in modo che l’olio possa colare giù e infine disponeteli su un piatto e serviteli caldissimi.