La granita siciliana o semplicemente granita, è un alimento rinfrescante tipico della Sicilia. Nella sua ricetta di base, si compone di acqua zucchero e limone (granita al limone).

Nella sua “formulazione originale” è diffusa in tutta la Sicilia, tuttavia la diffusione maggiore e la sua migliore espressione si hanno nella costa Orientale dell’Isola. Qui al gusto originario di limone, si sono da tempo affiancate numerose varianti:

La granita alla mandorla, probabilmente nata nella zona di Avola, nel Siracusano (ove si hanno le più estese coltivazioni di mandorle siciliane) è ormai il gusto più diffuso della costa est dell’isola, spesso accoppiata al gusto cioccolato. Le granite di caffè e fragola sono invece una specialità della città di Messina, servite con l’aggiunta di un velo di panna rigorosamente fresca.

Molto diffusi nel Caltanese sono invece il gusto “al pistacchio” (originario di Bronte), alla mandorla (la minnulata catanese, cioè mandorlata, su cui si versa un goccio di caffè caldo) ed i gusti alle frutta: gelsi nera,pesca, fragola, mandarino, ananas. Da segnalare la grande tradizione dell’”Acese” (dintorni di Acireale, fra Catania e Messina) nella produzione di granite.

Si serve in bicchieri di vetro trasparenti, originariamente accompagnata dal pane, oggi si accompagna volentieri con la tipica brioche siciliana preparata con l’uovo e dalla forma a base semisferica sormontata da una pallina (a mo’ di coppoletta).

In Sicilia a granita câ briosci è spesso apprezzata come ottima colazione, specialmente in estate e nelle zone costiere, mentre non la si mangia mai dopo pranzo.

io a mio parere direi solo una cosa spettacolare colazione granita e briosche da buona sicula da provare ma x ora vi lascio cn questa immagine che dice tutto

Granita al limone  con brioche

Tris di granite: fragola, mandarino e mandorla.